L'emofilia è la più frequente sindrome emorragica e, per quanto catalogata come malattia rara, risulta molto invalidante soprattutto dal punto di vista ortopedico. Sebbene il moderno trattamento ematologico abbia risolto le più gravi complicanze della malattia, il dolore e la limitazione funzionale per l'importante coinvolgimento articolare determinano un negativo impatto sulla qualità della vita nei soggetti colpiti, in gran parte molto giovani.

Pertanto, la valutazione ortopedica periodica ed i trattamenti correlati rappresentano gli aspetti cruciali dei soggetti con emofilia. Ci sono nel territorio nazionale molti Centri Emofilia che capillarmente assistono i pazienti in modo adeguato: tuttavia, pochi ortopedici ancora si occupano di questo tipo di problematiche, nonostante una grande preparazione ed una adeguata capacità tecnica.

Su suggerimento delle associazioni dei pazienti, in particolare della A.R.L.A.F.E. e della A.S.E., e in collaborazione con alcuni eminenti ematologi, con questo webinar ci proponiamo vari scopi:

  • diffondere la conoscenza delle problematiche muscoloscheletriche in emofilia e le possibilità terapeutiche che in questo ambito l'ortopedia moderna offre;
  • valutare l'opportunità di creare un registro nazionale degli interventi protesici in questa popolazione, dati gli indubbi vantaggi che questo determinerebbe;
  • comprendere le esigenze dei pazienti e delle loro associazioni nelle aree in cui Colleghi ortopedici potrebbero essere coinvolti.

1a PARTE
Moderano: Giancarlo Castaman, Angelo Claudio Molinari

L'emofilia e il sistema muscolo-scheletrico: il punto di vista dell'ortopedico
Christian Carulli

L'emofilia e il sistema muscolo-scheletrico: il punto di vista dell'ematologo
Gateano Giuffrida

L'emofilia e il sistema muscolo-scheletrico: il punto di vista delle persone con emofilia
Francesco Cucuzza, Anna Fragomeno

Discussione

2a PARTE
Moderano: Francesco Benazzo, Massimo Innocenti

La chirurgia protesica in emofilia: indicazioni e risultati
Luigi Solimeno

La chirurgia di revisione in emofilia: prevenzione, tecnica e risultati
Massimo Innocenti

Perché è utile un registro della chirurgia protesica in emofilia?
Gianluigi Pasta

Discussione con i colleghi ortopedici

RESPONSABILI SCIENTIFICI

Prof. Christian Carulli, Dr. Gianluigi Pasta

FACULTY

Francesco Benazzo - Università degli Studi Pavia, Pavia
Christian Carulli - Università degli Studi di Firenze, Firenze
Giancarlo Castaman - Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi, Firenze
Francesco Cucuzza - Associazione Siciliana Emofilici (ASE), Catania
Anna Fragomeno - Associazione Regionale Ligure Affiliata alla Federazione Emofilici, Genova
Gaetano Giuffrida - A.O.U. “Policlinico – Vittorio Emanuele”, P.O. Ferrarotto – S. Bambino, Catania
Massimo Innocenti - Università degli Studi di Firenze, Firenze
Angelo Claudio Molinari - IRCCS Giannina Gaslini, Genova
Gianluigi Pasta - Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo, Pavia
Luigi Solimeno - Fondazione IRCCS Ca' Granda Ospedale Maggiore Policlinico, Milano